Medicina Estetica e del Ringiovanimento

Nasce la chirugia plastica moderna...

Nel 1818, il chirurgo tedesco Carl Von Graefe, considerato allora il miglior chirurgo d’Europa e padre della chirurgia plastica moderna, pubblicò Rhinoplastik: vi citava 55 operazioni di rinoplastica (con il metodo indiano, italiano e il nuovo metodo tedesco, che consisteva in un vero trapianto di pelle dal braccio), ma anche interventi di blefaroplastica (plastica della palpebra) e di palatoplastica, tanto da essere considerato padre della chirurgia plastica moderna. Ma solo il suo successore rese le tecniche più tollerabili grazie all’introduzione dell’anestesia e all’intervento al naso in due tempi per migliorarne l’aspetto.
Per la ricostruzione completa del naso mancava la parte ossea: la soluzione risale al 1892 quando Robert Weir utilizzò lo sterno d’anatra, e coniò per primo in vocabolo “rinomania”, cioè la ricerca patologica del perfezionismo chirurgico dei pazienti. «Un comportamento che sicuramente persiste tutt’ora ed è uno dei problemi più importanti della chirurgia plastica estetica» dice Michael Ciaschini, chirurgo plastico della Case Western Reserve University Hospitals di Cleveland.

Ma il primo intervento di chirurgia estetica risale alla fine del 1800. 

Nel 1892 John Orlando Roe, chirurgo di Rochester, nello stato di New York, pubblicò uno studio sulla rinoplastica intranasale, cioè come rifare il naso senza lasciare cicatrici esterne. Non eliminava la gobba, ma correggeva il naso a sella, deformità che affliggeva i figli di madri malate di sifilide, patologia venerea allora molto diffusa, che non riuscivano a trovare lavoro e compagno.
A lui si deve anche il primo intervento estetico di rinoplastica.

... e quella estetica: l'importante è la bellezza

Lo sdoganamento della chirurgia estetica era vicino. Anche in Germania Vincent Czerny sosteneva che il solo scopo estetico era sufficiente per giustificare un intervento chirurgico.
Fino alla fine del 19mo secolo la chirurgia plastica fu quasi esclusivamente ricostruttiva e di scarso valore. Poi la prima guerra mondiale cambiò tutto grazie alla chirurgia plastica militare: i molti traumi al capo riportati in battaglia fecero maturare la disciplina, soprattutto per quel che riguarda la chirurgia maxillofacciale. Nei centri di chirurgia plastica militare si riparavano le lesioni della testa e del collo e se prima della grande guerra le maschere coprivano le ferite più sfiguranti, dopo la guerra i visi sfigurati furono riparati dai chirurghi.
Fra il 1920 e il 1940 la chirurgia plastica era stata accettata anche dall’università. Il primo corso universitario di chirurgia plastica risale al 1924, negli Usa, al Johns Hopkins.

Mesoterapia

È un metodo terapeutico che consiste nell’iniettare all'interno del derma modeste quantità di farmaci, sia classici che fitoterapici od omeopatici.

Approfondisci

Tossina Botulinica

L’infiltrazione di tossina botulinica è il trattamento ideale per i pazienti e le pazienti che presentano segni di “stanchezza” sul volto, dovuti all’abbassamento del sopracciglio e alle rughe frontali e perioculari.

Approfondisci

Carbossiterapia

La carbossiterapia (CO2) è una metodica utilizzata ormai da anni in diversi settori clinici (dermatologia, flebologia, cura delle ferite difficili e della cellulite) e di recente riscoperta come valida terapia contro la cellulite e antiaging per viso, collo, decolletè e smagliature.

Approfondisci

Radiofrequenza

La radiofrequenza, utilizzata in passato per coagulare verruche e capillari, è un trattamento di medicina estetica che sfrutta i principio della cessione di calore, per il trattamento del rilassamento cutaneo (lassità della pelle), delle rughe e dell’acne in fase attiva.

Approfondisci

Laser e Luce Pulsata

I moderni laser consentono la rimozione controllata dei differenti strati cutanei con l’obiettivo di ottenere, attraverso un rinnovamento delle varie componenti, una cute rimodellata, migliorata nel suo aspetto e nei suoi parametri fondamentali.

Approfondisci

Laser ed Epilazione

La luce pulsata ad alta intensità (dall'inglese Intense Pulsed Light - IPL) è un'apparecchiatura elettronica comunemente utilizzata per praticare trattamenti di fotodepilazione.

Approfondisci

Fili di Sospensione

Una tecnica innovativa destinata a uomini e donne che desiderano migliorare il loro aspetto, senza senza ricorrere al tradizionale intervento di lifting facciale. Il filo di sposensione (Silhouette-Lift) viene utilizzato per correggere i segni dell'invecchiamento, del solco nasolabiale, delle rughe di espressione, delle guance e del collo.

Approfondisci

Aumento del Seno con Acido Jaluronico

Aumentare il seno di una taglia senza operazione e con costi contenuti oggi è possibile con gel iniettabile (Macrolane) a base di acido ialuronico stabilizzato di derivazione non animale.

Approfondisci

Rivitalizzazione del Corpo

La biostimolazione per contrastare e prevenire il processo di invecchiamento cutaneo

Approfondisci

Menu istituzionale

Menu Terapie

Menu Servizi

Gilberto Ponti - docplanner.it
Give your website a premium touchup with these free WordPress themes using responsive design, seo friendly designs www.bigtheme.net/wordpress